neurologo, neurologia IMCI

Ansia, Depressione, Alzheimer, Cefalee, DAP, DOC, Fobie, Psicosi;
area dell'istituto: IMCI arrow NEUROSCIENZE arrow NEUROLOGIA arrow Amnesia transitoria
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
Amnesia transitoria Stampa E-mail

La più famosa é quella del trauma cranico dove si possono associare le due forme, retrograda e anterograda.

Importante é sapere la durata dell'amnesia, perché sembra che sia proporzionale alla durata del trauma.

Altre cause sono crisi epilettiche, episodio sincopale, elettroschok.

La forma più importante di amnesia transitoria é: L'AMNESIA GLOBALE TRANSITORIA

 

Clinicamente colpisce soggetti tra i 40-60 anni che improvvisamente presentano un disturbo di memoria che dura alcune ore e poi si risolve. Durante questa fase l'individuo appare agitato, preoccupato, disorientato, chiede sempre  dove si trova che ora é dove sono i suoi familiari. Dopo poco tempo che ha avuto l'informazione torna a fare le stesse domande perché ha dimenticato la risposta.Si tratta di un'amnesia anterograda continua, perché per alcune ore l'individuo non riesce a fissare nessuna traccia, mentre ricorda bene i dati passati nome dei figli, numeri di telefono, etc. Dopo poche ore il deficit si risolve e l'unica lacuna che gli rimane é che non ricorda quello che gli é capitato in quelle ore.Il meccanismo che produce questa condizione sembra che sia vascolare cioè un'ischemia transitoria a livello dell'ippocampo bilateralmente (o nono laterale). Questo é confermato anche dal fatto che durante l'episodio in alcuni pazienti si possono associare dei deficit visivi transitori.Questi episodi di A.G.T.(Amnesia Globale Transitoria) nel 20% presentano delle recidive e nel 5% possono essere seguiti da ICTUS. 
 
< Prec.   Pros. >