La ricerca sulle cellule staminali: passi avanti contro Alzheimer e Parkinson

30 Luglio 2013 da IMCI-Doc0
staminali_2.jpg

Lo sviluppo di nuove terapie contro l’Alzheimer e il Parkinson è ora più vicino di un passo grazie a una recente ricerca che rivela come le cellule staminali migrano e formano i circuiti del cervello. Sai che puoi conservare le cellule staminali del cordone ombelicale per il tuo bambino, al momento della nascita?

Lo studio, condotto da un team di ricercatori della University of Auckland’s Centre for Brain Research, ha cercato di spiegare perché il cervello dei pazienti colpiti da Parkison e Alzheimer è meno elastico e quali sono i collegamenti con la resistenza all’insulina e con il diabete. La ricerca si è quindi occupata di capire come le cellule staminali iniziano e smettono di migrare nel cervello, durante lo sviluppo e in età adulta ed ha fornito nuove informazioni su come la connessione tra le cellule del cervello possa migliorare o peggiorare. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica The Journal of Neurochemistry.

18.07.2013

 

 

Istituto Medico Chirurgico - Termoli aut. san. reg. n.138 del 31.08.2011